skip to Main Content
Nato in Bulgaria, cittadino italiano, marito di Mirella Freni. Esordiente come attore, debuttò come Basilio a Sofia nel 1955, due anni dopo era al Bolscioi nel Boris Godunov, la sua opera-simbolo: spartito di cui ha interpretato tutti i ruoli di basso e che ha cantato in ogni teatro del mondo sia nella versione tradizionale russa (anche con Herbert von Karajan) sia in quella originale (preparata con Claudio Abbado), oltre che più volte in italiano. Filippo II, Attila, Fiesco, Padre Guardiano, Zaccaria, Banco, Ramfis e via dicendo: cantante-attore straordinario Ghiaurov ha regalato ai ruoli verdiani una statura vocale e poetica modernissima e memorabile. Non meno storica la sua presenza di interprete della letteratura operistica russa e, nei primi anni, rossiniana e mozartiana. Voce unica e inconfondibile, impasto felice di vibrante timbro slavo e nobile lucentezza italiana, accento rapace e umanissimo, Ghiaurov negli ultimi anni - oltre a affrontare nuovi ruoli, come quello di Dosifej in Kovanchina - cantava spesso e con sempre maggiore trasporto in Evgenij Onegin, forse perché racconta del sorridente matrimonio tra un nobile basso e un tenero soprano. Ed era facile trovare Nicola (come lo chiamavano a Modena dove abitava) in teatro per ascoltare e spalleggiare la sua Mirella; e vedere lui, abituato a essere zar e imperatore sulla scena, ogni volta smarrito, emozionato e poi felice negli occhi cerulei: come un fidanzato. Sviluppò buona parte della carriera in Italia, dove era giunto ancora giovane dalla nativa Bulgaria dopo aver debuttando nel 1955 a Sofia nel ruolo di Don Basilio ne Il barbiere di Siviglia di Rossini. L'ampio repertorio ha compreso ruoli in lingua russa (Boris GodunovEugenio Onieghin), italiana (MefistofeleDon CarlosSimon BoccanegraLa bohème) e francese (FaustDon Quichotte). Ha lasciato due celebri incisioni di Don Giovanni. Considerato uno dei maggiori bassi del ventesimo secolo, è famoso per il fraseggio nobile e per il caldo e morbido timbro vocale. È stato sposato dal 1981 fino alla scomparsa con il soprano Mirella Freni.

Cronologia

Nell'ottobre 1957 è Ramfis in Aida al Wiener Staatsoper con Christa Ludwig e Rolando Panerai diretto da Antonino Votto. Nel febbraio 1960 è Varlaam nella prima rappresentazione nel Teatro alla Scala di Milano di Boris Godunov con Boris Christoff e Fiorenza Cossotto sempre diretto da Votto. Sempre alla Scala in aprile dello stesso anno è Ramfis nella prima di Aida con Giulietta Simionato e Birgit Nilsson diretto da Nino Sanzogno, in giugno canta lo Stabat Mater di Rossini con Anita Cerquetti la Simionato e Gianni Raimondi, in dicembre Il Grande Inquisitore nella prima di Don Carlos con Christoff, Flaviano Labò ed Ettore BastianiniAntonietta Stella e la Simionato, nel gennaio 1961 è Padre Guardiano nella prima de La forza del destino ed in dicembre dello stesso anno è Creonte nella prima di Medea con Maria Callas, la Simionato e Jon Vickers diretto da Thomas Schippers, nel gennaio 1962 Baldassarre nella prima di La favorita, in marzo Mefistofele nella prima di Faust con Renata Scotto ed in maggio Marcello nella prima di Gli Ugonotti con Joan Sutherland. All'Arena di Verona nel 1961 è Ramfis in Aida con la Cossotto e Carlo Bergonzi e nel 1962 Zaccaria in Nabucco con Adriana Lazzarini. Al Royal Opera House di Londra debutta come Il Padre Guardiano ne La forza del destino con Bergonzi e Renato Capecchi diretto da Georg Solti nel settembre 1962 e nel novembre 1963 è Philip II in Don Carlos con la Cossotto. Ancora a Vienna nel gennaio 1963 è Filippo II in Don Carlo sempre con la Ludwig; questo sarà il ruolo maggiormente rappresentato allo Staatsoper, 46 recite fino al 1999. Sempre a Vienna in febbraio dello stesso anno è Méphistophélès in Faust diretto da Georges Prêtre, nel 1964 è Padre Guardiano ne La forza del destino con la Simionato, nel 1965 è Don Giovanni e nel 1969 Jacopo Fiesco in Simon Boccanegra con Gundula Janowitz e Carlo Cossutta. Ancora alla Scala nel marzo 1963 è Don Giovanni nella prima con Leontyne PriceElisabeth SchwarzkopfMirella Freni e Rolando Panerai, in luglio canta il Requiem di Verdi con Carlo Bergonzi diretto da Herbert von Karajan. All'Opera di Chicago è Méphistophélès in Faust nell'ottobre 1963, Philip II in Don Carlo con Richard TuckerTito GobbiGrace Bumbry che si alternava con la Cossotto e Leyla Gencer e Don Giovanni con Alfredo Kraus nel 1964 e Mefistofele di Boito con Renata Tebaldi nell'ottobre 1965. Al Teatro alla Scala nel gennaio 1964 Basilio nella prima di Il barbiere di Siviglia con Luigi Alva, la Cossotto e Sesto Bruscantini, in marzo è Mefistofele nella prima con Bergonzi e Raina Kabaivanska e nell'aprile 1965 è Mosè in Egitto nella prima e nel maggio dello stesso anno è Jacopo Fiesco in Simon Boccanegra. Al Metropolitan Opera House di New York debutta come Méphistophélès in Faust con Robert Merrill diretto da Prêtre nel novembre 1965. Sempre nello stesso mese al Met è Philip II in Don Carlo con Richard Tucker e la Kabaivanska diretto da Schippers, nel 1967 è Padre Guardiano ne La forza del destino con Leontyne PriceSherrill Milnes e Fernando Corenae nel 1968 Jacopo Fiesco in Simon Boccanegra con Cornell MacNeil e Rita Orlandi Malaspina. Nel Großes Festspielhaus di Salisburgo nel 1966 canta nella ripresa di Boris Godunov diretto da Karajan e nel 1975 canta nella prima rappresentazione di Don Carlos diretto da von Karajan con la Freni, Anna Tomowa-Sintow, Christa Ludwig, Domingo, Cappuccilli e José van Dam. A Chicago nell'ottobre 1966 è Boris Godunov e nel 1969 Ivan Chovanskij in Chovanščina. Alla Scala il 7 dicembre 1966 è Zaccaria nella serata di apertura della stagione con Nabucco, nel 1967 è il Principe Ivan Chovanskij nella prima di Chovanščina, il 7 dicembre 1969nella serata d'inaugurazione della stagione lirica è Silva in Ernani con Plácido Domingo e Raina Kabaivanka Corsaletti, nel 1975 è Attila nella prima con Piero Cappuccilli e Rita Orlandi Malaspina, il 7 dicembre 1975 Banco in Macbeth nella serata d'inaugurazione della stagione d'opera con Cappuccilli, Shirley Verrett e Alfredo Mariotti diretto da Claudio Abbado, nel 1980 Creonte nella prima di Oedipus rex diretto da Abbado, nel 1986 Arkel in Pelléas et Mélisande con Frederica von Stade diretto da Abbado ed Il principe Gremin nella prima di Eugenio Oneghin con Mirella Freni diretto da Seiji Ozawa, nel 1993 tiene un recital, nel 1994 è Colline nella prima de La bohème con Roberto Alagna e la Freni ed infine nel 1997 è Alvise Badoero nella prima de La Gioconda. Al San Francisco Opera nel 1967 è Méphistophélès in Faust, nel 1983 Boris Godunov, nel 1986 Prince Gremin in Eugene Onegin, nel 1987 Don Basilio ne Il Barbiere di Siviglia, nel 1988 Colline ne La bohème ed infine nel 1990 il Principe Ivan Chovanskij in Chovanščina. Al Teatro dell'Opera di Roma nel 1968 è Filippo II in Don Carlo e nel 1992 è stato Colline con Roberto AlagnaAlfredo Mariotti e la Freni diretto da Daniel Oren. Nel 1972 canta nella ripresa nel Teatro Comunale di Firenze di Attila diretto da Riccardo Muti e nella ripresa nel Nationaltheater (Monaco di Baviera) di Aida diretto da Claudio Abbado con la Cossotto, Domingo e Cappuccilli. Al Covent Garden di Londra nel 1974 è Boris Godunov, nel 1976 Méphistophélès in Faust con la Freni, nel 1977 Philip II in Don Carlos con Katia RicciarelliJosé Carreras e Grace Bumbry e nel 1988 Prince Gremin in Eugene Onegin con la Freni. A Vienna nel 1974 è Basilio ne Il barbiere di Siviglia, nel 1976 Boris Godunow, nel 1980 Attila con Cappuccilli diretto da Giuseppe Sinopoli, nel 1982 Banquo in Macbeth con Renato Bruson diretto da Sinopoli, nel 1988 Fürst Gremin in Eugen Onegin con la Freni diretto da Seiji Ozawa ed Arkel in Pelléas et Mélisande con Christa Ludwig diretto da Claudio Abbado e nel 1989 Fürst Iwan Chowanski in Chowanschtschina diretto da Claudio Abbado. Complessivamente allo Staatsoper Ghiaurov ha tenuto 229 rappresentazioni fino al 1999. Bilbao nel 1982 canta in Don Carlo ed in Simon Boccanegra con la Freni. A Chicago nel 1984 è Prince Gremin in Eugene Onegin con la Freni e Jean Kraft ed infine nel 1996 è Colline ne La bohème con Vincenzo La Scola e la Freni. Al Metropolitan nel 1988 è Banquo in Macbeth, nel 1989 Prince Gremin in Eugene Onegin, nel 1990 Sparafucile in Rigoletto con Juan Pons e June Anderson e Boris Godunov, nel 1994 Don Basilio ne Il Barbiere di Siviglia con Enzo Dara e nel 1995 Arkel in Pelléas et Mélisande con Frederica von Stade e Marilyn Horne diretto da James Levine. Nel 1996 è Colline ne La bohème diretto da Daniel Oren con la Freni, Pavarotti, Lucio GalloPietro Spagnoli ed Alfredo Mariotti in diretta sulla RAI.

Discografia

Anno Titolo Ruolo Cast Direttore Etichetta
1964 Il barbiere di Siviglia Don Basilio Teresa Berganza, Manuel Ausensi, Ugo Benelli Silvio Varviso Decca
1965 Don Carlos Filippo II Carlo BergonziRenata TebaldiDietrich Fischer-Dieskau Georg Solti Decca
1966 Faust Mephistofeles Franco CorelliJoan Sutherland, Margreta Elkins Richard Bonynge Decca
Don Giovanni Don Giovanni Walter BerryChrista Ludwig, Claire Watson Otto Klemperer EMI
1970 Anna Bolena Enrico VIII Elena SouliotisMarilyn Horne, John Alexander Silvio Varviso Decca
1970 Boris Godunov Boris Godunov Galina VishnevskayaMartti Talvela, Ludovic Spiess Herbert von Karajan Decca
Macbeth Banco Dietrich Fischer-Dieskau, Elena Souliotis, Luciano Pavarotti Lamberto Gardelli Decca
1971 Lucia di Lammermoor Raimondo Bidebent Joan Sutherland, Sherrill Milnes, Luciano Pavarotti Richard Bonynge Decca
1972 Turandot Timur Joan Sutherland, Luciano Pavarotti, Montserrat Caballé Zubin Mehta Decca
La bohème Colline Mirella Freni, Luciano Pavarotti, Rolando Panerai Herbert von Karajan Decca
1973 I puritani Giorgio Joan Sutherland, Luciano Pavarotti, Piero Cappuccilli Richard Bonynge Decca
1974 La Favorita Baldassarre Fiorenza Cossotto, Luciano Pavarotti, Gabriel Bacquier Richard Bonynge Decca
Eugenio Onieghin Gremin Bernd Weikl, Teresa Kubiak, Stuart Burrows Georg Solti Decca
1976 Il trovatore Ferrando Luciano Pavarotti, Joan Sutherland, Ingvar Wixell Richard Bonynge Decca
Macbeth Banco Piero Cappuccilli, Shirley VerrettPlácido Domingo Claudio Abbado Deutsche Grammophon
1977 Simon Boccanegra Jacopo Fiesco Piero Cappuccilli, Mirella Freni, José Carreras Claudio Abbado Deutsche Grammophon
Nabucco Zaccaria Matteo ManuguerraRenata ScottoVeriano Luchetti Riccardo Muti EMI
1978 Don Quichotte Don Quichotte Regine Crespin, Gabriel Bacquier, Michèle Command Kazimier Kord Decca
Guglielmo Tell Gualtiero Fürst Sherrill Milnes, Mirella Freni, Luciano Pavarotti Riccardo Chailly Decca
Don Carlo Filippo II José Carreras, Mirella Freni, Piero Cappuccilli Herbert von Karajan EMI
Faust Méphistophélès Placido Domingo, Mirella Freni, Michèlle Command Georges Prêtre EMI
1979 Le Roi de Lahore Indra Joan Sutherland, Sherrill Milnes, Huguette Tourangeau Richard Bonynge Decca
Rigoletto Sparafucile Piero Cappuccilli, Ileana Cotrubaș, Plácido Domingo Carlo Maria Giulini Deutsche Grammophon
1980 La sonnambula Conte Rodolfo Joan Sutherland, Luciano Pavarotti, Nicolaj Ghiaurov Richard Bonynge Decca
La Gioconda Alvise Badoéro Montserrat Caballé, Luciano Pavarotti, Nicolaj Ghiaurov Bruno Bartoletti Decca
Aida Ramfis Katia Ricciarelli, Plácido Domingo, Nicolaj Ghiaurov Claudio Abbado Deutsche Grammophon
1982 Mefistofele Mefistofele Nicolaj Ghiaurov, Mirella Freni, Luciano Pavarotti Oliviero De Fabritiis Decca
1983 Don Carlos Le Grand Inquisitor Placido Domingo, Katia RicciarelliRuggero Raimondi Claudio Abbado Deutsche Grammophon
1986 Boris Godunov Boris Godunov Stefka Mineva, Nicola Ghiuselev, Michail Svetlev Emil Tchakarov Sony
1987 Il principe Igor Kan Konchak Boris Martinovich, Stefka Evstatieva, Kaludi Kaludov Emil Tchakarov Sony
1988 Rigoletto Sparafucile Leo NucciJune Anderson, Luciano Pavarotti Riccardo Chailly Decca
1989 Chovanščina Ivan Khovanskij Zdravko Gadjev, Alexandrina Milcheva, Maria Petrova Popova Emil Tchakarov Sony

Nicolaj Ghiaurov

Translate »
Back To Top
Close search
Cerca